Davide Frezzato

 
 

Quando conobbi la realtà dell’Unitre di Sesto Calende nel 2011, non mi sarei mai aspettato di incontrare così tante persone entusiaste.

Credo che “surreale” sia l’aggettivo più corretto per descrivere l’atmosfera che si respira nei laboratori, nei corsi di lingue e durante le conferenze. L’impegno che tutti i volontari ci mettono affinché ogni attività venga realizzata al meglio e i sorrisi dei partecipanti, sono il miglior incentivo per impegnarsi sempre di più in questa realtà, bella e stimolante.

Realtà come l’Unitre dovrebbero trovare più spazio nelle notizie dei quotidiani, nazionali e locali, perché è una delle tante associazioni in cui volontariamente molte persone (e nella nostra Unitre sono davvero molto) si ritrovano per dare ciò che possono in modo del tutto spontaneo e gratuito.

L’Unitre è, per me, una grande scuola di vita ed è stato un modo per guardare con occhi nuovi la società; un modo per sperimentare personalmente che esiste la comunicazione fra le diverse generazioni e che è uno scambio che arricchisce, sempre e comunque.

Ruolo:

  1. Presidente

Colore preferito:

  1. Viola

Libri preferiti:

  1. La Divina Commedia

  2. Le Vite di Giorgio Vasari

  3. La Storia dell’Arte di E. Gombrich

Film preferiti:

  1. Midnight in Paris

  2. Arca Russa

  3. Cigno nero

Citazione preferita:

C’è una sola cosa orribile al mondo, un solo peccato imperdonabile: la noia.

Oscar Wilde



I miei brani preferiti

  1. 1.Sinfonia No. 9 (Beethoven)

  2. 2.Empty Garden (Elton John)

  3. 3.Concerto No. 1 Per Pianoforte (Čajkovskij)



I miei link preferiti

Una realtà “surreale”